Vi forniamo alcuni consigli per vivere al meglio e godervi senza pensieri il soggiorno sui nostri yacht.

CONSIGLI UTILI

Mal di Mare

Quando ci capita di andare in uno Yacht, il mal di mare è un inconveniente che spesso affligge i passeggeri. I confort sono paragonati ad una stanza di albergo. I problemi potrebbero sorgere o da un nostro stato psicologico di ansia, oppure da un mare particolarmente agitato che sballotta il mezzo. Nel primo caso, cerchiamo di assumere tisane rilassanti, e di evitare per cena cibi troppo pesanti e bevande alcoliche, i quali potrebbero disturbare il nostro sonno. Inoltre, per un metodo valido anche in caso di mare mosso, in commercio possiamo trovare numerosi prodotti, alcuni di erboristeria altri veri e propri farmaci, appositi per il mal di mare, che ci permetteranno di passare la notte in tranquillità.

Cosa Portare

Non bisogna portarsi dietro come valigia i trolley ma solo borse morbide e poco ingombranti: lo scopo non è solo quello di occupare il meno spazio possibile (le borse morbide possono essere infilate tranquillamente tra un posto ed un altro) ma anche di evitare di lesionare gli interni in legno della barca; non a caso i trolley sono sempre completi di maniglie e rotelle in metallo. Io ho scelto un mini zainetto che mi è stato molto utile e pratico.

Vita di Bordo

Dormire in barca è sinonimo di praticità: a bordo non possono essere utilizzate le scarpe ma è necessario stare a piedi nudi o utilizzarecalzini antiscivolo. Così come avevo specificato per le valigie vale lo stesso discorso: le parti metalliche possono lesionare gli interni della barca. Chiaramente questo discorso può essere esteso anche all’abbigliamento che deve essere consono all’occasione: cappelli, pantaloni comodi e magliette di ricambio sono i must have per dormire in barca. Dormire in barca significa prima di tutto adattarsi: è un po’ come vivere in una casa da esposizione Ikea che galleggia! gli spazi sono pensati e ideati per sfruttare ogni angolo.

Ottimizzare i consumi di bordo

Ottimizzare i consumi a bordo: l’acqua in barca è un bene prezioso, e va quindi utilizzata con parsimonia. Siccome a bordo ci sono dei serbatoi e prima o poi questi si esauriscono, è fondamentale chiudere i rubinetti quando non vi state lavando. L’elettricità viene fornita con il cavo per la corrente 220Volts, quindi in questo caso ci si può concedere qualche “comodità casalinga in più”.

Non hai trovato quello che stavi cercando?

leggi le faq